AMA Calabria: “Clitennestra” di Paolo Cutuli in scena al teatro Grandinetti

AMA Calabria: “Clitennestra” di Paolo Cutuli in scena al teatro Grandinetti

Al Teatro Grandinetti di Lamezia Terme prosegue con successo la stagione teatrale AMA Calabria, ideata e diretta da Francescantonio Pollice. Nella serata del 24 marzo è andato in scena “Clitennestra”, spettacolo di e con Paolo Cutuli, prodotto dalla compagnia Dracma e ispirato a “Clitennestra o del crimine” di Marguerite Yourcenar, rivisitazione in chiave contemporanea del celebre mito classico che vede Clitennestra uccidere, con l’aiuto del suo amante Egisto, il marito Agamennone, re di Micene, il quale dopo aver ucciso il primo marito e il figlio neonato della futura moglie e dopo aver sacrificato alla dea Artemide la loro figlia Ifigenia per propiziarsi il viaggio verso Troia, dopo dieci anni di assenza era tornato portando con sé Cassandra, bottino di guerra e concubina.

Quello realizzato da Cutuli è un monologo pungente e introspettivo, che indaga con maestria le ragioni più profonde del tragico gesto compiuto da Clitennestra, accendendo i riflettori su quello che è stato il terribile senso di solitudine patito da una donna che dopo dieci anni di logorante attesa si rende conto di non essere più amata.

Un monologo mordace che narra il dramma di una donna ferita e oltraggiata, tormentata da un dolore che diviene universale: non a caso, una delle frasi rivolte al numeroso pubblico, che per tutto il tempo assume inconsapevolmente il ruolo di corte che giudica la protagonista, sarà ‹‹non c’è nessuno di voi che non sappia chi io sia, non c’è donna che non abbia voluto essere Clitennestra››.

 

Condividi ora