2 giugno 1946: i risultati del referendum in Calabria

2 giugno 1946: i risultati del referendum in Calabria

Il 2 giugno 1946 italiani e – per la prima volta italiane – furono chiamati alle urne per decidere quale forma dovesse avere l’Italia del dopoguerra.

In Calabria le sezioni totali furono 1.338 e tutte furono scrutinate.

Su 900.635 votanti totali pari al 85,56%, i voti validi furono 853.303, le schede bianche 28.323, le schede nulle 47.332.

La Repubblica ottenne 338.959 voti,

mentre la Monarchia 514.344.

Negli ex comuni che costituiscono attualmente la città di Lamezia Terme, solo in Sambiase il voto fu a maggioranza repubblicano, a Nicastro e Sant’Eufemia prevalse, invece, la monarchia.

 

Comune Elett. Votanti Monarchia Repubblica Nulle

𝑁𝑖𝑐𝑎𝑠𝑡𝑟𝑜 15661 12998. 6750 5725 523

𝑆𝑎𝑛𝑡𝑎 𝐸𝑢𝑓𝑒𝑚𝑖𝑎 549 455 252 188 15

𝑆𝑎𝑚𝑏𝑖𝑎𝑠𝑒 9608 8108 3184 4470 454

 

In provincia di Catanzaro su 311.875 votanti, i voti validi furono 294.683, schede nulle 17.192.

La Repubblica ebbe 119.187 voti pari al 40,45%, mentre la Monarchia 175.496 voti pari al 59,55%.

I comuni del catanzarese che guardavano sullo Jonio come Guardavalle, Santa Caterina, Badolato, Sant’Andrea e i vicini comuni di Parlemiti e Borgia votarono Repubblica.

Gli altri comuni che votarono Repubblica furono: Amato, Caraffa, Cerva, Cicala, Cortale, Cropani, Curinga, Decolattura, Fossato, Serralta, Maida, Marcedusa, Nocera Terinese, Pianopoli, Platania, Sambiase, San Floro, San Mango d’Aquino, San Pietro a Maida, San Pietro Apostolo, Serrastretta, Sersale, Simeri Crichi, Soveria Mannelli.

Nei comuni dell’attuale provincia di Vibo Valentia, che facevano parte della provincia di Catanzaro votarono per la Repubblica soltanto i paesi di Pizzoni Rombiolo e Vallelonga.

 

Fonte:

“Repubblica o Monarchia. Il referendum del 2 giugno 1946 in Calabria” di Domenico Romeo. http://s573166820.sito-web-online.it/wp-content/uploads/2017/07/2-Romeo_OTT.pdf

 

Condividi ora