«Que soy era Immaculada Councepciou»: quell’11 febbraio nella grotta di Lourdes…

«Que soy era Immaculada Councepciou»: quell’11 febbraio nella grotta di Lourdes…

Ho visto una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla su ogni piede.

(Bernadette Soubirous)

L’umanità intera quest’oggi si riunisce per celebrare la festa della Madonna di Lourdes. Per narrare questa storia dobbiamo andare indietro di 162 anni, precisamente nell’11 febbraio del 1858.

La statua della Madonna situata nella grotta di Lourdes. 

L’apparizione dell’11 febbraio 1858

Siamo a Lourdes, un piccolo paesino della Francia situato negli Alti Pirenei, nella regione dell’Occitania. Una ragazza sedicenne di nome Bernadette Soubirous, di famiglia povera e analfabeta, raggiunge, insieme alla sorella e ad una sua amica, contrada Massabielle, ove si trova il fiume Gave, per raccogliere legna. Nell’intento di levarsi le calze per attraversare il fiume e raggiungere l’altra sponda, sente un leggero vento che le porta a volgere la testa verso la grotta del mondezzaio. Lì vede “una signora vestita di bianco che indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla su ogni piede”. Con ella recita il santo Rosario. Al termine della preghiera, la Signora scompare. Bernadette riceverà in tutto diciotto apparizioni.

Avvenimenti fondamentali nel corso delle 18 apparizioni

  • Il 18 febbraio, per la prima volta, la Signora rivolge la parola a Bernadette, che le porge una penna e un pezzo di carta, chiedendole di scrivere il suo nome. La Signora le risponde: “Non è necessario”, poi continua: “Non ti prometto di renderti felice in questo mondo ma nell’altro. Potete avere la gentilezza di venire qui per quindici giorni?”;
  • Nell’apparizione del 21 febbraio, Bernadette non è sola; essendosi sparsa la voce, assistono alla visione circa 100 persone. Al termine, viene interrogata dal commissario di polizia Jacomet, che vorrebbe sapere tutto quel che ha visto, ma la ragazzina riferisce solo “Aquerò” (nel dialetto locale, “quella là”);
  • Il 25 febbraio, Bernadette è accompagnata da circa 300 persone. Su richiesta della Signora, Bernadette scava con le mani nel terreno e trova una sorgente d’acqua. Bernadette riferisce: “Lei mi ha detto di andare a bere alla fonte (…) Trovai soltanto un po’ di acqua fangosa. Alla quarta prova potei bere. Lei mi ha fatto anche mangiare dell’erba che si trovava vicino alla sorgente. Quindi la visione scomparve. E poi me ne andai”. Dinanzi alla folla che le dice: “Sai che ti credono pazza facendo cose simili?” lei risponde semplicemente: “È per i peccatori”;
  • Il 1° marzo è presente per la prima volta un sacerdote, insieme ad altre 1.500 persone circa. Nella notte si verifica il primo presunto miracolo: una donna di nome Caterina Latapie immerge il suo braccio slogato nell’acqua della fonte, e riacquista la mobilità dell’arto;
  • Il 2 marzo la signora dice: “Dite ai sacerdoti che si venga qui in processione e che si costruisca una cappella”. Bernadette riferisce la richiesta al parroco di Lourdes, che però è interessato solo al nome della signora e alla fioritura del roseto della grotta in pieno inverno;
  • 25 marzo: la Signora rivela finalmente il suo nome, dicendo di essere l’Immacolata Concezione. Bernadette riferisce questa frase al parroco che lo emoziona e impressiona. Bernadette non comprendeva l’espressione teologica. Riferì: “Lei alzò gli occhi al cielo, unendo, in segno di preghiera, le Sue mani che erano tese e aperte verso la Terra, e mi disse: «Io sono l’Immacolata Concezione»;
  • Il 7 aprile e il 16 luglio avvengono le due ultime apparizioni.

Il santuario 

Il santuario di Lourdes è il terzo al mondo per numero di pellegrini all’anno. La costruzione inizia poco dopo le apparizioni, quando il parroco di Lourdes decide di acquistare l’area di Massabielle per costruire una piccola chiesa in onore della Madonna.

Il primo passo compiuto fu quello di aver messo una statua della Madonna nella grotta delle apparizioni. La statua, ancor oggi presente, è opera di Joseph-Hugues Fabisch e venne consacrata nel 1864 dopo una lunga e solenne processione.

Una primitiva chiesa fu inaugurata nel 1866 (l’attuale “Cripta”) . Nello stesso anno iniziarono i lavori per la costruzione della basilica dell’Immacolata Concezione che sovrasta la grotta e la Cripta. Inaugurata nel 1871, si rese ben presto insufficiente per accogliere l’incessante numero di fedeli.

Bernadette davanti alla grotta.

Così fu necessaria la costruzione di un’altra basilica, quella dedicata a Nostra Signora del Rosario, consacrata nel 1901.

Nel 1957, vicino al primo centenario delle apparizioni, venne aperta anche la basilica dedicata a S. Pio X, sotterranea, che può ospitare fino a 20.000 persone.

Davanti alla sponda del fiume troviamo anche una chiesa dedicata a santa Bernadette.

Nel 1983 e nel 2004 a visitare Lourdes fu il Papa Giovanni Paolo II. Nel 2008, la basilica di Lourdes riceve anche la visita di papa Benedetto XVI.

Lourdes ogni anno è visitata da milioni di persone. Chi va per chiedere una grazia, chi va anche solo per curiosità… rimane comunque uno dei santuari più belli e ammirati della cristianità!

Per la foto della statua: https://it.lourdes-infotourisme.com/web/IT/1096-i-santuari.php. La foto di Bernadette alla grotta è tratta da Wikipedia: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Bernadette_Soubirous

 

 

 

 

 

 

Lorenzo Colistra
Follow me on
Condividi ora